Bonus per la prima casa prorogati per tutto il 2017

Il bonus prima casa offre la possibilità di ottenere ingenti riduzioni dell’Iva e dell’imposta di registro. È un’agevolazione di cui può usufruire chi sta comprando una nuova abitazione e alla firma del rogito non sia in possesso di altri immobili acquistati con detrazioni o agevolazioni nel territorio nazionale. In caso contrario, chi compra è tenuto a vendere l’immobile acquistato precedentemente entro dodici mesi. Inoltre, chi acquista non deve essere proprietario di altre abitazioni nel comune in cui ha deciso di comprare casa e deve essere residente nel Comune. In alternativa, deve dichiarare l’intenzione di stabilire residenza entro non più di diciotto mesi dal momento in cui acquista casa.

Esistono diversi bonus prima casa, ottenibili in base alla condizione di chi ne vuole usufruire. Vi è una riduzione dell’Iva al 4% (rispetto allo standard del 21%) per chi compra casa dall’impresa costruttrice; tali contribuenti pagano 200 euro in misura fissa per le imposte ipotecarie e catastali. La riduzione dell’Iva al 4% è applicata anche a chi acquista casa per successione o per donazione.

L’imposta di registro viene applicata al 2% nel caso di acquisto da privato: in questo caso le imposte ipotecarie e catastali corrispondono a 50 euro.

Chi acquista un immobile da agenzia immobiliare ha diritto ad una detrazione Irpef del 19% sull’importo della mediazione, fino ad un limite di 1000 euro.

La detrazione Irpef al 19% vale anche per chi acquista casa tramite un leasing immobiliare. La quota massima in questo caso è di 8.000 euro all’anno per i canoni mensili, e 20.000 euro sul prezzo finale di riscatto. Di questo tipo di bonus sulla prima casa possono usufruire esclusivamente i giovani fino a 34 anni, a patto che il loro reddito complessivo non superi i 55.000 euro. Inoltre, tali acquirenti non devono essere proprietari di altri immobili. Chi supera la soglia di età può usufruire di un bonus minore, che ammonta a 4.000 euro annuali per i canoni mensili e 10.000 euro sul prezzo finale di riscatto.

Inoltre, chi vende e riacquista un immobile entro 12 mesi usufrendo di agevolazioni ha la possibilità di sottrarre la relativa imposta, grazie a quella già pagata con l’acquisto dell’abitazione precedente.

Per altre informazioni sulla vendita e acquisto di un immobile potete approfondire le operazioni preliminari per vendere casa, scoprire quali sono i documenti necessari per vendere casa, oppure contattatarci per un supporto diretto e completo nella ricerca, selezione e acquisto della vostra prossima casa.